I migliori 5 rigatoni con la pajata a Roma

0
6012

Sono testaccini, tanto amati dal Marchese del Grillo: i migliori 5 rigatoni con la pajata a Roma. Alberto Sordi, in una scena del film, affermava alla sua ospite francese intenta a mangiarli di gusto: “Questa è merda! È proprio merda. Merda de vitella: so’ budella”.

Battuta a parte è uno dei piatti simbolo della cucina romana e selezionare i migliori 5 rigatoni con la pajata a Roma, è come cercare un ago in un pagliaio.

E’ uno dei primi piatti dal gusto deciso.

Le origini della pajata risalgano tra metà e fine ‘700, quando gli scortichini, i lavoranti dell’antico Mattatoio di Testaccio, a fine giornata ricevevano insieme alla paga il quinto quarto: gli scarti delle carni macellate. Per sfamare le famiglie, gli operai portavano i cartocci nelle vicine osterie e chiedevano, che questi venissero impiegati per preparare piatti sostanziosi.

In particolare la pajata è la prima parte dell’intestino tenue del vitello da latte, che viene pulito, eviscerato e non privato del chimo. Quest’ultimo è il latte bevuto dal piccolo bovino, che dà quel gusto forte, inconfondibile e deciso al piatto. Dal 2001 al 2015, la tradizione romana ha vissuto un momento di buio: a causa della mucca pazza era stato vietato l’uso dell’intestino di vitello e sostituito con quello di agnello.

Per fortuna l’interiora è stata riabilitata e nelle cucine delle osterie e ristoranti la tradizione è stata ripresa in pieno. Oltre al sugo, la pajata è impiegata per gustosi secondi.

I rigatoni con la pajata sono uno dei simboli della cucina romana.

E’ nei menù di buona parte della ristorazione della Capitale e tra i migliori 5 rigatoni con la pajata a Roma assaggiati (naturalmente ve ne sono tanti ndr), vi proponiamo i seguenti. Come ogni settimana, continuate a segnalarci i vostri preferiti, soprattutto i selezionati seguono la ricetta tradizionale: qui non c’è rivisitazione che tenga.

Osteria San Cesario,  una piacevole gita fuori porta con i sapori della cucina romana di Anna Dente. La chef ha girato tutto il mondo cui ha fatto assaggiare tra i vari piatti, i suoi Rigatoni co la pajata de vitella mongana.

Da Bucatino, qui la tradizione testaccina regna sovrana e la cucina romana rigorosamente rispetta le vecchie ricette. In particolare, i rigatoni con la pajata sono una delizia, decisi e con tanto pecorino come se piovesse.

Il Quinto Quarto, siamo entrati per una carbonara e…abbiamo declinato sui rigatoni con la pajata, invogliati dai vicini di tavolo stranieri che erano al bis.

Da Emilio, a via Alessandria 189. E’ la tipica trattoria romana dall’ambiente accogliente e piatti. Ottimi i rigatoni e ottimo il rapporto qualità prezzo.

Lo Scopettaro a Testaccio, vanta di essere la trattoria più antica del quartiere, sicuramente è tra le più frequentate da vip, turisti e chi è in cerca della cucina tipica della Capitale. Alcune pietanze vengono servite nei cocci, come da tradizione, saporiti e ottima la cottura de i rigatoni con la pajata, non lesinate con il pecorino!

Condividi i tuoi piatti, scarica la nostra App per iOS a questo link: http://bit.ly/eatopine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here